Comanda il Foggia, vittoria sulla Juve Stabia e primo posto in campionato

Il Foggia non sbaglia e liquida la pratica Juve Stabia (1 a 0 Mazzeo su rigore). Vittoria preziosissima per i rossoneri che si prendono la testa della classifica dopo la sconfitta del Lecce nel primo pomeriggio (2 a 1 contro la Virtus Francavilla). Ora la classifica recita: Foggia 59, Lecce 58, Matera e Juve Stabia 49, Virtus Francavilla 48. Sempre più corsa a due per la vittoria del campionato.

La cronaca

Satanelli e vespe in campo, questa volta sul manto erboso dello Zaccheria, per la 9^ giornata di ritorno del campionato di Lega Pro. Stroppa col solito 4-3-3: Guarna tra i pali, davanti a lui a destra Loiacono (che torna a giocare nella sua posizione) e Rubin sulla sinistra, (rientrato dopo due settimane di stop per un lieve infortunio), Martinelli e Coletti centrali. A centrocampo Agazzi, Vacca e Deli, in attacco Sarno, Mazzeo e Di Piazza

Ritmi piatti e poche grandi occasioni nei primi minuti di gioco. Il Foggia, come sua abitudine, è padrone del campo. Bel filtrante tra Sarno e Mazzeo al 5′, ma l’attaccante viene fermato dal fischio dell’arbitro per posizione di fuorigioco.

Al 20′ s’infiamma il match con una straordinaria ripartenza di Di Piazza, che fa tutto da solo. Arrivato in area, salta due avversari e calcia in porta, para a terra Russo ma il portiere non trattiene la sfera che rimbalza in area. Ancora di Piazza, ma questa volta il suo tiro è debole e fuori dallo specchio.
Vespe poco pericolose, una punizione e qualche tiro dalla distanza non creano problemi a Guarna. Ma il muro stabiese ostacola le azioni dei rossoneri. Alla mezz’ora è ancora 0 a 0. 
Al 34′ Mazzeo crossa sulla sinistra dove c’è Agazzi. Il centrocampista spara una palla troppo alta sulla traversa. Poco dopo Di Piazza commette lo stesso clamoroso errore. La pressione non si placa. Al 42′ Sarno viene steso a terra in area. È rigore! Mazzeo dal dischetto sblocca il risultato. Squadre negli spogliatoi sull’ 1 a 0.

Ad inizio ripresa subito Foggia in attacco: Sarno subisce fallo da Moreo. Punizione battuta dal fantasista napoletano che non sortisce gli effetti sperati. 
Gli ospiti sembrano essere tornati in campo con un approccio migliore. Mister Fontana effettua i primi cambi, che producono già le prime azioni pericolose. Dentro Liviero e Marotta al posto di Santacroce e Mastalli. 
Sostituzioni anche per Stroppa, fuori Mazzeo dentro Maza. Segue anche Gerbo al posto di Deli. Vacca, intanto, si fa ammonire per fallo su Kanoute. 
Fino all’80’ succede ben poco, ma non si placa la tensione in campo tra le due squadre. Ultimi cambi. Per il Foggia esce Sarno per Agnelli. Per la Juve Stabia Lisi per Cutolo. 
Match più nervoso e agguerrito nel finale. Ci prova Marotta, attento Guarna. Poco dopo Di Piazza viene steso a terra da Moreo, che dopo il fallo su Sarno ad inizio ripresa, prende il secondo giallo e va negli spogliatoi accompagnato da una marea di fischi. Vespe in 10. I tifosi dagli spalti chiedono il bis fino al 90^. Ancora 5 minuti di recupero ma il risultato non cambia. Vince il Foggia ed è primo.



In questo articolo:


Change privacy settings