Al Foggia basta Ferrante, vittoria allo Zac e balzo in classifica per Zeman. Monopoli sconfitto

Satanelli in festa dopo la vittoria di misura nel derby pugliese. In gol il bomber mentre sorprende la panchina per Curcio

Allo Zaccheria va in scena il primo derby della settimana infuocata che vedrà il Foggia affrontare Monopoli, Bari e Taranto. Zeman in conferenza ha sottolineato che giocheranno i migliori, ecco quindi la formazione scelta dal boemo (4-3-3): Alastra; Garattoni, Sciacca, Girasole, Martino; Rocca, Petermann, Gallo; Merola, Ferrante, Di Grazia. A sorpresa, Curcio parte dalla panchina. Colombo, allenatore del Monopoli, risponde con un 3-5-2: Loria; Areba, Bizzotto, Mercadante; Viteritti, Piccinni, Vassallo, Bussaglia, Guiebre; Starita, D’Agostino. Fischio d’inizio affidato al signor Cascone. Sugli spalti presente solo la tifoseria foggiana, trasferta vietata per i sostenitori del Monopoli.

La cronaca
Il Monopoli inizia subito all’attacco: al 2’ Starita si presenta solo davanti ad Alastra, ma l’assistente segnala la posizione di fuorigioco. Al 13’ Zeman è costretto a effettuare la prima sostituzione: Di Grazia, in lacrime, abbandona il terreno di gioco per infortunio, entra Curcio. Al 25’ i rossoneri sfiorano il vantaggio: Petermann dalla trequarti lascia partire un bolide che si stampa sul palo. Un minuto dopo Gallo scambia con Curcio e conclude, il pallone centra nuovamente il palo. Sfortunatissimi i padroni di casa. Il gol arriva al 32’, quando Ferrante con un diagonale fulmina Loria, 1-0 per il Foggia. Il Monopoli cerca di reagire, ma non impensierisce mai Alastra. Al riposo è 1-0 per il Foggia.
Le squadre rientrano in campo con gli stessi 22 del primo tempo. Al 54’ Merola guadagna il fondo e crossa per Ferrante che calcia a botta sicura. Provvidenziale l’intervento di un difensore che mura il tiro dell’attaccante argentino. Al 60’ doppia sostituzione per il Foggia: Merkaj e Nicoletti prendono il posto di Merola e Martino. Al 67’ Piccinni in scivolata strappa il pallone a Curcio, pronto a concludere a rete. Due minuti più tardi Rocca si inserisce bene nell’area di rigore avversaria, ma perde l’attimo vincente per il tiro. Al 75’ prima occasione per il Monopoli nella ripresa: Starita calcia a giro, sfera di poco fuori. All’80’ Merkaj guida il contropiede del Foggia ed effettua un traversone per Nicoletti: un salvataggio del difensore ospite nega il 2-0. Sul capovolgimento di fronte Garattoni sventa l’offensiva del Monopoli con una diagonale difensiva perfetta. All’82’ gli ospiti rimangono in 10 uomini, a seguito dell’espulsione rimediata da Bizzotto per doppia ammonizione. All’84’ Ferrante si divora il match point: tutto solo davanti al portiere non calcia e tenta un dribbling che viene neutralizzato dall’arrivo di un difensore avversario. Al 91’ Alastra smanaccia una conclusione centrale di Starita e in ripartenza Rizzo Pinna calcia alto fallendo un ghiotto contropiede. Grande rammarico per i rossoneri. Dopo tre minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine della partita. Il Foggia vince meritatamente grazie al gol del suo bomber Ferrante, Monopoli battuto 1-0.



In questo articolo:


Change privacy settings