Monumento alla memoria di Antonio Facenna, Carpino ricorda il giovane allevatore ucciso dall’alluvione del 2014

Il sindaco Di Brina: “Grazie a lui nasce la masseria didattica che con tenacia è condotta dalla sua famiglia e che è meta di tanti turisti in occasione delle iniziative che vi si svolgono”

Sabato 30 ottobre alle ore 11 a Carpino si svolgerà la cerimonia di inaugurazione del monumento alla memoria di Antonio Facenna, tragicamente scomparso durante l’alluvione del settembre 2014.
“Una vita stroncata per amore del proprio lavoro di allevatore e della propria terra, di cui voleva esaltare le peculiarità”, ricorda il sindaco Rocco Di Brina.
“Grazie a lui, infatti, nasce la masseria didattica che con tenacia è condotta dalla sua famiglia e che è meta di tanti turisti in occasione delle iniziative che vi si svolgono. L’opera è stata realizzata grazie alla disponibilità e al sostegno di un imprenditore, che preferisce l’anonimato. L’amministrazione comunale ha deciso di collocarla all’ingresso del paese, visibile a tutti sempre, con la volontà di mostrare tutto l’orgoglio per Antonio e per l’appartenenza alla nostra terra”.



In questo articolo:


Change privacy settings