Zeman come ai vecchi tempi, allenamento sul piazzale per il Foggia. Asfalto e pioggia, ma si lavora sodo

La decisione del tecnico boemo date le condizioni non ottimali del terreno di gioco

Negli anni ’90, Signori, Baiano, Mancini e tutti gli altri calciatori del “Foggia dei miracoli” si recavano – a piedi, dallo stadio, ndr – al campo aperto “San Ciro”, situato a poche centinaia di metri dallo Zaccheria per gli allenamenti giornalieri. Tutti i tifosi potevano, in questo modo, assistere alle sedute divertenti e molto intense di Zeman.
Questo pomeriggio, molti foggiani hanno fatto memoria di quei momenti, anche con particolare nostalgia, passando davanti allo Zaccheria. Il tecnico boemo, infatti, date le condizioni non ottimali del terreno di gioco per la pioggia incessante delle ultime ore, ha deciso di dirigere l’allenamento sul piazzale antistante lo Zaccheria.

Solita tuta, cappotto e “conetti” per il tecnico di Praga, con l’unica differenza che i calciatori non eseguivano gli esercizi sul manto erboso, ma sull’asfalto.
Passano gli anni, ma Zeman e le sue tecniche di preparazione atletica non cambiano. Anche questo pomeriggio, il boemo ha dimostrato di essere un allenatore unico nel suo genere, capace di avvicinare la squadra ai tifosi e farli divertire pure durante la settimana con gli allenamenti a “porte aperte” e desideroso di insegnare calcio anche a 74 anni sotto la pioggia. Caratteristiche che hanno reso Zeman, negli anni, il tecnico più amato nella storia rossonera.



In questo articolo:


Change privacy settings