Indagini, Lega e Lago Salso: le verità di Pazienza sul Parco. “Pensiamo a progetti, finanziata ciclovia dei laghi”

Il presidente dell’Ente fa chiarezza anche sulla recente visita negli uffici dell’Ente a Monte Sant’Angelo dei Carabinieri del Noe

Che aria tira al Parco Nazionale del Gargano? Lo abbiamo chiesto al presidente Pasquale Pazienza, ultimamente finito nel mirino degli ambientalisti e di alcuni rappresentanti del Movimento 5 Stelle per alcune politiche ambientali non condivise.

“Stiamo lavorando e progettando attraverso i bandi ministeriali per realizzare un programma di interventi che risponde ad una logica di sviluppo e di asset territoriali per rendere il nostro territorio sempre più attrattivo”. Pazienza fa chiarezza sulla recente visita negli uffici dell’Ente a Monte Sant’Angelo dei Carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico).

“Una normale attività di indagine scaturente da una denuncia di alcuni soggetti per disastro ambientale. Una denuncia infondata, abbiamo reso tutti i chiarimenti del caso. Preferisco parlare dei tanti progetti attuati e che abbiamo in serbo, ad iniziare dalla transizione energetica, poi l’aumento delle caserme per i Carabinieri Forestali, la ciclovia dei laghi di Lesina e Varano, la mappatura dei beni culturali ed ambientali fruibili nell’area Parco”.

E sull’Oasi Lago Salso che ci dice? Quando tornerà fruibile al pubblico? “L’aprirei anche domani ma purtroppo dobbiamo attendere i vari ricorsi e la sentenza del TAR attesa per il 9 dicembre. Solo dopo questa data potrei darvi una risposta più precisa”. Ma è vero che lei è della Lega? “Questo è un tormentone che va avanti sin dal primo giorno del mio insediamento. Lo trovo simpatico ma nello stesso modo, stucchevole. Per l’ennesima volta ribadisco di non avere la tessera di nessun partito. Con i rappresentanti della Lega ho un buon dialogo basato sullo scambio di idee e prospettive, così come faccio con tutti gli altri partiti, Pd compreso. Gli attacchi mi arrivano solo da una componente partitica (M5S, ndr) che cavalca questa tesi”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings