“A Foggia dobbiamo spingere per moderne logiche abitative”. Prove di intesa tra Ance e Arca Capitanata

Chierici: “Significativi risultati sul piano progettuale che potranno generare sviluppo ed occupazione in un settore nevralgico per l’economia locale”

L’opportunità di spingere sugli interventi in tema di efficienza energetica, sugli adeguamenti alle normative anti sismiche e, più in generale, promuovendo interventi mirati sulle più attuali e moderne logiche abitative, sono state esaminate nel corso di un’importante riunione congiunta tra l’Ance Foggia e l’Arca Capitanata.

“Un vertice che si è rivelato molto utile – è il commento del presidente dell’Ance Ivano Chierici – che ci ha confermato non solo una concreta disponibilità di ascolto ma dal quale abbiamo tratto significativi risultati sul piano progettuale che potranno generare sviluppo ed occupazione in un settore nevralgico per l’economia di Foggia e della Capitanata”.

“A nome di tutti gli associati – dichiara Chierici – sento di dover esprimere la più piena soddisfazione per l’impegno profuso dal presidente Donato Pascarella per aver dato un forte impulso alle azioni di sistema con lusinghieri risultati”.

“ La nostra attività è stata molto dinamica – ha osservato Pascarella – e ci ha consentito di definire progettualità già finanziate per circa 80 milioni di euro mentre sono già pubblici ben 6 bandi per 22 milioni di euro. Il confronto con l’Ance e i suoi vertici ci conferma che siamo sulla strada giusta per intervenire con una capacità innovativa nella politica del territorio”.

All’incontro, cui ha preso parte una nutrita delegazione di imprenditori edili, sono intervenuti anche Saverio Padalino e Vincenzo De Devitiis, rispettivamente direttore di Ance e Arca.



In questo articolo:


Change privacy settings