Uccelli di ogni specie svolazzano in fiera, Foggia torna “capitale” dell’ornitologia. Due giorni di eventi

Anche mangimi e attrezzature, una mostra scambio con roditori, pappagalli, canarini di ogni colore e molto altro ancora

Foggia torna per un weekend ad essere la capitale dell’ornitologia. Nel quartiere fieristico, padiglione 19, riecco infatti Carduelis, l’esposizione di uccelli che porterà in città allevatori ed appassionati di tutta Italia. Fringillidi europei, esotici, ibridi e quest’anno grande novità con l’expo specialistica di una particolare razza di canarino, la Jaspe: in fiera il 4 e 5 dicembre se ne vedranno delle belle. L’ingresso è gratuito, ma si accede muniti di Green pass.

TANTE SORPRESE
Non ci saranno solo uccelli, ma anche mangimi e attrezzature, una mostra scambio con roditori, pappagalli, canarini di ogni colore, i coloratissimi Diamanti di Gould, uccelli africani, asiatici, sudamericani ed australiani, uno splendido stand del Museo di Storia Naturale di Foggia con animali imbalsamati e tante sorprese.

ORGANIZZAZIONE
L’organizzazione dell’evento è affidata all’Associazione Ornicoltori di Capitanata “Federico II”, che vede alla guida il suo presidente Piero Russo. L’accoglienza è affidata agli studenti dell’istituto Giannone-Masi, mentre la sicurezza e la sorveglianza alla Protezione Civile Cisa. Saranno presenti anche le famiglie dell’associazione Le Ragioni del Cuore, che per l’evento stanno preparando golose sorprese gastronomiche locali.
I bambini e gli studenti delle scuole di Foggia e provincia potranno assistere ad una vera e propria lezione di natura.

ALLEVARE È PROTEGGERE
Una festa grande ed un’altra occasione per poter ribadire il motto della Federazione Ornicoltori Italiani, a cui l’associazione foggiana aderisce, “Allevare è proteggere”. Con l’allevamento in cattività di specie a rischio estinzione a causa dei pesticidi, dei campi elettromagnetici e del bracconaggio, si preserva infatti l’esistenza di migliaia di animali altrimenti scomparsi. Le associazioni ornitologiche si battono spesso al fianco dei Carabinieri Forestali e di altre associazioni ambientaliste per salvaguardare la natura che ci circonda.

SPECIE A RISCHIO ESTINZIONE
Come rivela uno studio di Birdlife International, infatti, dal 1980 in Europa l’agricoltura intensiva ed altre attività umane hanno fatto scomparire tra 600 e 900 milioni di esemplari di specie più comuni di uccelli, in pratica una su sei. In 40 anni sono diventati sempre meno numerosi nei nostri cieli, oltre al passero domestico anche la ballerina gialla, 97 milioni in meno, gli storni, in calo di 75 milioni, e le allodole, diminuite di 68 milioni. Per prenotare una visita guidata per scuole e famiglie, si può scrivere alla mail ornifoggia@gmail.com.

IL PROGRAMMA
Il programma del weekend prevede nella giornata di venerdì 3 dicembre l’ingabbio dei soggetti a concorso e l’allestimento degli stand secondo le regole delle normative anti Covid.
Sabato 4 la mostra apre al pubblico alle 9. Previsto il giudizio degli uccelli a concorso e la mostra scambio. Si chiude alle 19.
Domenica 5, la mostra è aperta al pubblico a partire dalle 9. Alle 12.30 è prevista la premiazione dei vincitori, alla presenza delle autorità. Alle 15 ci sarà lo sgabbio dei soggetti a concorso, mentre la mostra scambio resterà aperta fino alle 17.30.

NOTE PER GLI ESPOSITORI
Per gli allevatori, la mostra scambio è gratuita con prelazione per chi ingabbia a concorso, che dovrà indicare la volontà di prenotare un tavolo sulla scheda d’ingabbio. Sono ammessi soltanto uccelli muniti di anello regolamentare ed allevatori iscritti alle associazioni Foi.



In questo articolo:


Change privacy settings