“La storia rivive!”. Un milione di euro per far risplendere il castello di Deliceto. Progetto sesto in Italia su 943 domande

“Un programma di intervento ambizioso che ha ottenuto il contributo massimo previsto dal Bando Mibact destinato ai Comuni delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia”

“Deliceto ha ottenuto dal Mibact, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, un milione di euro per la realizzazione di un importante progetto di valorizzazione turistica e culturale denominato ‘Deliceto e il suo Castello, dal Medioevo al Novecento: la storia rivive tra le vie del borgo'”. Lo rende noto il sindaco Pasquale Bizzarro che parla di “notizia emozionante” per la piccola comunità dei Monti Dauni.
“Un programma di intervento ambizioso, di 1.100.000 euro – prosegue il primo cittadino -, che ha ottenuto il contributo massimo previsto dal ‘Bando Mibact destinato ai Comuni delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia’, finanziato con le risorse del PON Cultura e Sviluppo (FESR) 2014-2020. Questi gli interventi previsti sul nostro Castello Normanno-Svevo: manutenzione straordinaria; abbattimento barriere architettoniche; allestimento di spazi ed ambienti per convegni ed eventi; creazione di un polo museale; creazione di percorsi tematici nel centro storico”.
Bizzarro ricorda che “ieri, nel corso di una conferenza stampa, il ministro Dario Franceschini ha presentato la graduatoria dei comuni beneficiari: Deliceto si è posizionato al sesto posto su un totale di 943 domande, rientrando così tra i 37 progetti finanziati a livello nazionale. Un risultato che deve essere motivo di orgoglio per tutta la nostra comunità, un risultato che premia gli sforzi dell’amministrazione, in particolare dell’assessora Adriana Natale, e il lavoro incessante degli uffici. Un altro progetto che si va ad aggiungere a tanti altri interventi già finanziati. E nei prossimi giorni daremo altre bellissime notizie per Deliceto, perché il nostro futuro è adesso”.



In questo articolo:


Change privacy settings