Covid, contagi in rialzo: 10.047 nuovi casi e 83 morti. Crescono ancora i ricoveri (+90)

Crescono nettamente, come previsto, i contagi Covid nel bollettino di oggi sul Coronavirus in Italia: i nuovi casi tornano sopra quota 10mila, ma a fronte di molti più tamponi effettuati rispetto a ieri, quasi il triplo, tant’è che il tasso di positività crolla all’1,5%. Da segnalare l’aumento dei morti, mai così tanti da giugno, e l’ulteriore crescita dela pressione ospedaliera: dai dati trasmessi dal ministero della Salute sono ancora in forte rialzo i ricoveri ordinari e crescono i posti letto occupati nelle terapie intensive dove si registrano 61 ingressi del giorno.

Lo strano caso dell’Irlanda: stretta con il 90% di vaccinati

Svizzera, l’allarme: “Situazione critica. A metà dicembre come l’Austria”

Variante Delta plus, Bassetti: “Più contagiosa della varicella”

Per quanto riguarda gli ospedali, secondo gli ultimi dati Agenas, i tassi di occupazione di reparti ordinari e rianimazioni sono rispettivamente dell’8% e del 6%, abbondantemente sotto le soglie di allerta. I tassi però stanno aumentando in diverse regioni e preoccupa in particolare il Friuli Venezia Giulia che ha entrambi i valori oltre la soglia e rischia di passare in giallo dalla prossima settimana.

L’Alto Adige anticipa la zona gialla: le restrizioni

E mentre in Germania la situazione peggiora di giorno in giorno, oggi si sono registrati altri 300 morti e le rianimazioni sono quasi piene, in Italia si studiano misure per contenere questa quarta ondata. Dopo l’anticipo della somministrazione della terza dose a cinque mesi dalla seconda, prende piede l’introduzione del super green pass per vaccinati e guariti.

Il bollettino Covid del 23 novembre 2021

Sempre in crescita la curva del Covid in Italia. I nuovi casi sono 10.047, rispetto ai 6.404 di ieri (dato come sempre falsato dai pochi tamponi del lunedì) e soprattutto ai 7.698 di martedì scorso. Sono stati effettuati 689.280 tamponi, 422mila più di ieri, tant’è che il tasso di positività cala dal 2,4% all’1,5%. In aumento anche i decessi, 83 (ieri 70), mai così tanti dallo scorso 10 giugno. Le vittime totali sono 133.330. Le terapie intensive sono 11 in più (ieri +29) con 61 ingressi del giorno, e salgono a 560, mentre i ricoveri ordinari aumentano di 90 unità (ieri +162), 4.597 in tutto. La regione con più casi odierni è la Lombardia (+1.668), seguita da Veneto (+1.632), Lazio (+1.456), Emilia Romagna (+850) e Campania (+750). I contagi totali in Italia dall’inizio della pandemia sono 4.942.135. I guariti sono 6.965 e sono ancora in rialzo gli attualmente positivi, 2.996 in più di ieri, che arrivano a 154.510. Di questi, sono in isolamento domiciliare 149.353 pazienti.

Regioni / Lombardia

Con 153.509 tamponi effettuati è di 1.668 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, per un tasso di positività in calo all’1% (ieri 1,6%). Cresce il numero di ricoverati in terapia intensiva (+2, 67) e nei reparti (+50, 736). Sono 7 i decessi, che portano il totale a 34.298 morti da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 659 i positivi segnalati a Milano (di cui 266 a Milano città), 70 a Bergamo, 187 a Brescia, 99 a Como, 68 a Cremona, 35 a Lecco, 35 a Lodi, 84 a Mantova, 124 a Monza, 70 a Pavia, 8 a Sondrio e 172 a Varese.

Veneto

Sono 1.632 i nuovi positivi al Coronavirus in Veneto rilevati a fronte di 19.463 tamponi molecolari e 104.306 antigenici. Nelle ultime 24 ore si registrano anche 8 decessi; vittime salgono quindi a 11.918 da inizio pandemia. Gli attualmente positivi sono 22.652: tra questi 365 sono i ricoverati nei reparti non critici e 69 i pazienti nelle terapie intensive.

Lazio

Nel Lazio su 17.087 tamponi molecolari e 31.544 tamponi antigenici, per un totale di 48.631 tamponi, si registrano 1.456 nuovi casi positivi (di cui 259 casi nella Asl Roma 1 sono notifiche pregresse) e 4 decessi (di cui tre relativi a non vaccinati). Sono 677 i ricoverati (+21), 84 le terapie intensive ( invariato rispetto a ieri ) e 765 i nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,9%, mentre i casi a Roma città sono a quota 931.

Emilia-Romagna

Nove decessi e un lieve calo di casi giornalieri di Coronavirus in Emilia-Romagna, che restano sotto la soglia dei mille superata nei giorni scorsi. Oggi i nuovi contagi sono 850 scoperti a fronte di oltre 36.700 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Al primo posto per positivi del giorno c’è l’area metropolitana di Bologna con 276 nuovi casi, seguita da Forlì-Cesena (151), Modena (108) e Rimini (100). Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, cresce ancora la pressione sulle terapie intensive (63, +6 rispetto a ieri), mentre diminuiscono i pazienti ricoverati nei reparti ordinari (553, -4). I casi attivi sono 15.391 (+566), il 96% dei quali si trova in isolamento domiciliare.

Campania

Sono 750 i positivi del giorno individuati in Campania a fronte di 33.733 tamponi processati. Nel bollettino odierno sono inseriti anche 14 decessi, nove dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e cinque in precedenza, ma registrati ieri. Negli ospedali sono 22 i posti letto di terapia intensiva occupati e 302 i pazienti ricoverati in degenza.

Piemonte

Contagi e guariti in aumento, ricoverati in calo in Piemonte nei dati diffusi oggi dall’Unità di crisi della Regione. I nuovi casi di Covid sono 639, l’1,1% dei 60mila tamponi eseguiti, di cui 50.517 antigenici. Nelle ultime 24 ore si registrano anche tre decessi. Scende la pressione sugli ospedali: in terapia intensiva ci sono 29 ricoverati (-1 rispetto a ieri), negli altri reparti 327 (-10). Le persone in isolamento domiciliare sono 7583, i nuovi guariti 454.

Sicilia

I nuovi positivi in Sicilia sono 505 a fronte di 34.683 tamponi processati, dato che porta il tasso di positività a 1,45%. Oggi si registrano 16 decessi. I guariti sono 364 e gli attualmente positivi crescono di 125 unità e sono 10.903. I ricoverati nei reparti ordinari sono 340, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 42 (con 2 nuovi ingressi). In isolamento domiciliare ci sono invece 10.521 persone.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati riscontrati 414 nuovi positivi al Covid, pari all’1,47% dei 28.151 test effettuati. Nel dettaglio, su 6.663 tamponi molecolari sono stati rilevati 311 contagi (4,67%) e su 21.488 test rapidi antigenici 103 casi (0,48%). Oggi si registrano anche 5 decessi, tutti a Trieste. Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 25 (-1), mentre i pazienti in altri reparti sono 229 (+6).

Toscana

In Toscana sono 370 i nuovi casi di Covid scoperti dall’analisi di 8.627 tamponi molecolari e 30.153 tamponi antigenici rapidi per un tasso di positività pari all’1%. Nelle ultime 24 ore si registrano anche 4 decessi: un uomo e 3 donne con un’età media di 87,8 anni. Gli attualmente positivi sono oggi 8.184, +0,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 303 (4 in più rispetto a ieri), di cui 45 in terapia intensiva (1 in più).

Liguria

Sono 350 i nuovi casi Covid emersi nelle ultime 24 ore in Liguria da 4.698 tamponi molecolari e 15.091 test antigenici rapidi. Il bollettino odierno segnala inoltre tre vittime, decedute a Genova tra il 17 e il 21 novembre. Crescono ancora gli ospedalizzati: i ricoverati sono oggi 5 in più per un totale di 141 pazienti, 18 dei quali in terapia intensiva. In sorveglianza attiva ci sono invece 2.782 persone.

Marche

Nelle Marche cresce di 5 unità il numero delle vittime della pandemia, che sono 3.142 in totale. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 264 casi di positività dai 8.764 test effettuati, tra molecolari e antigenici rapidi. Calano i posti letto occupati in terapia intensiva (22, -1) e in semintensiva (23, -3), mentre crescono i ricoveri nei reparti non critici (45, +2).

Alto Adige

Non si registra nessun nuovo decesso in Alto Adige, ma la circolazione del virus resta elevata. Nelle ultime 24 ore, su 1.878 tamponi molecolari e 11.349 test antigenici, sono stati individuati 252 casi positivi. Cresce ancora la pressione ospedaliera: i pazienti ricoverati sono 149, due in più rispetto ad ieri. Di questi, 9 sono in terapia intensiva, 81 (2 in più) nei normali reparti ospedalieri e 59 nelle strutture private convenzionate (postacuti). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 8.888 (+242).

Puglia

L’1,09% dei 22.643 test processati in Puglia ha dato esito positivo: si tratta di 249 nuovi casi, la gran parte dei quali, 83, rilevati in provincia di Taranto. Il bollettino di oggi segnala anche due decessi che portano a 6.878 il totale delle vittime da inizio pandemia. Gli attualmente positivi sono 3.948: 151 (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in area non critica, 17 in terapia intensiva e gli altri 3.780 si trovano in isolamento domiciliare.

Calabria

Le persone risultate positive al Covid in Calabria sono 163 in più rispetto a ieri e nelle utlime 24 non è stato registrato nessun decesso. Le persone ricoverate nei reparti sono 116, 3 in meno di ieri, quelle in terapia intensiva 12. Calano le persone in isolamento domiciliare: sono 3.631, 80 in meno rispetto a ieri.

Abruzzo

Sono 115 i contagi Covid scoperti oggi in Abruzzo. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2.846 tamponi molecolari e 13.229 test antigenici per un tasso di positività pari a 0.71%. Il bilancio dei pazienti deceduti registra un nuovo caso e sale a 2.579 dall’inizio della pandemia. Gli attualmente positivi sono 3.652 (-67 rispetto a ieri): 91 pazienti (invariato rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica, 9 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 3.552 (-68 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare.

Le altre regioni

Quattro morti e 76 nuovi casi in Sardegna. In Basilicata 37 dei 736 tamponi effettuati hanno dato esito positivo; zero casi in Molise. Nessun decesso e 68 contagi in Valle D’Aosta. In Umbria si registrano 68 nuovi positivi, una vittima e 54 guariti. Lieve miglioramento della situazione ospedaliera in Trentino dove però i contagi hanno superato quota 100 (101).



In questo articolo:


Change privacy settings