Tumori testa collo, decisiva diagnosi entro prime due settimane. A Foggia visite gratuite: “Subito controlli in caso di gonfiori”

L’Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta dal prof. Michele Cassano, ha aderito alla Giornata di Sensibilizzazione Oncologica per la Prevenzione

Anche Foggia in prima linea in occasione della prima giornata nazionale di prevenzione dei tumori promossa dalla società italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia cervico facciale, dedicata quest’anno ai tumori del collo. L’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta dal prof. Michele Cassano, ha aderito alla Giornata di Sensibilizzazione Oncologica per la Prevenzione dei Tumori del Collo, effettuando oltre 50 visite tematiche gratuite per i cittadini nelle strutture ambulatoriali del DEU. La forte prevalenza delle neoplasie della testa e del collo nella popolazione adulta pone all’attenzione il momento cruciale di una diagnosi precoce.

“Una esatta diagnosi entro le prime due-tre settimane – dichiara a l’Immediato il dott. Luciano Magaldi, dirigente responsabile della Struttura Semplice di Oncologia Testa e Collo – ci consente di ottenere risultati terapeutici di quasi il 90%. Questa giornata di sensibilizzazione che abbiamo organizzato a Foggia presso la modernissima e funzionale struttura del DEU, ha lo scopo di spiegare all’utenza la necessità di una diagnosi. L’invito è quello di farsi subito visitare appena notate una qualsiasi tumefazione. In Capitanata abbiamo due grandi isole, quella di San Giovanni Rotondo e la nostra di Foggia che sono delle vere e proprie eccellenze”.

“Purtroppo tante volte ci troviamo di fronte a diagnosi ritardate, legate alla paura di sottoporsi ad un controllo. Sbagliato. E’ fondamentale – aggiunge il dott. Gianluigi Grilli, Dirigente medico dell’équipe otorinolaringoiatrica oncologica – la tempestività, bisogna farsi controllare senza aver nessun timore, le opzioni terapeutiche ci sono. Tre sono i principali fattori di rischio per cancro al collo e alla testa: il fumo di sigaretta, l’abuso di alcolici e il fattore HPV che recentemente sta salendo prepotentemente alla ribalta. Chi sa di trovarsi in questa fascia di rischio deve sottoporsi a controlli periodici, anche in totale assenza di sintomi”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings