Focolai Covid in strutture sanitarie della provincia di Foggia, scattano i protocolli Asl per la messa in sicurezza degli ospiti

Il Servizio di Igiene ha attuato tempestivamente le misure di tracciamento e sorveglianza attiva

Proseguono la vaccinazioni anticovid in tutta la Puglia, rispettando i target di inoculazioni previsto dal commissario straordinario per l’emergenza Covid. Di seguito le note stampa divulgate dalle Asl regionali.

ASL FOGGIA

Sono 990.788 le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale anticovid. L’88,7% delle persone di età superiore a 12 anni ha ricevuto la prima dose, il 79,6% ha concluso il ciclo vaccinale. Continuano senza sosta le somministrazioni delle terze dosi: sono 80.850 le persone che hanno ricevuto la dose di richiamo, di cui 12.650 operatori sanitari, 3.480 operatori scolastici, 1.010 ospiti di strutture sanitarie e socio-sanitarie residenziali e semiresidenziali, 603 rappresentanti delle forze dell’ordine.

In riferimento ai focolai di Covid-19 registrati nelle ultime ore in quattro strutture residenziali e semiresidenziali della provincia di Foggia si rassicura che la situazione è sotto controllo.

Il Servizio di Igiene ha attuato tempestivamente le misure di tracciamento e sorveglianza attiva previste dai protocolli per la messa in sicurezza degli ospiti e delle strutture. È stata disposta l’effettuazione del tampone per tutti gli ospiti e gli operatori. Sono risultate positive 32 persone, tutte, al momento, in buone condizioni di salute. Altre 55 persone sono state poste in quarantena.

ASL BARI

Weekend di vaccinazioni in tutta la provincia. Per il secondo sabato consecutivo, il poliambulatorio ASL di Japigia si è convertito in hub per accogliere i medici di Medicina generale e i loro assistiti per proseguire la campagna vaccinale e assicurare prime e terze dosi.

Questa mattina sono state somministrate oltre 400 dosi di vaccino anti Covid a cura di 13 medici afferenti al distretto unico di Bari. Contestualmente altri 13 operatori hanno ritirato le dosi dalla sede dell’hub per spostarsi ed effettuare ulteriori 376 vaccinazioni a domicilio. Intanto l’attività prosegue anche negli hub di tutto il territorio provinciale dove ieri sono state effettuate 9.624 somministrazioni, di cui 8334 terze, 1003 seconde e 287 prime dosi. Sono finora in totale 151.166 le dosi “booster” assicurate alla popolazione vaccinabile che ha completato il ciclo almeno cinque mesi fa.

La capacità erogativa dei punti vaccinali sta progressivamente aumentando anche nel fine settimana di pari passo con la adesione sempre più larga da parte dei cittadini alla campagna dei richiami.

La risposta degli utenti è importante, in alcuni casi sorprendente: è il caso di una coppia, Marco, 103 anni, e Pasqua, 100 anni, marito e moglie, che ieri si sono presentati puntuali all’appuntamento con la terza dose nell’hub di Bitonto.

ASL BRINDISI

Nella Asl di Brindisi i residenti o domiciliati nel territorio provinciale vaccinati con la prima dose sono 306.032, 281.425 con la seconda dose e 40.904 vaccinati con terza dose. La copertura vaccinale con la prima dose relativa ai residenti con più di 80 anni di età è pari al 97% e al 93,9% per il ciclo completo.

Sono 75.631 le dosi erogate finora dai medici di medicina generale, di cui 21.390 (28,3%) in ambito domiciliare. Il 19,5% (14.702) delle dosi è stato somministrato a soggetti over 80, il 26% (19.676) a soggetti della fascia di età 70-79 anni, il 26,8% (20.293) a soggetti con età tra 60 e 69 anni e il 27,7% (20.960) a soggetti sotto i 60 anni. I soggetti fragili rappresentano la categoria a rischio vaccinata prevalentemente dai medici di famiglia (51.964; 68,7%), seguita dai soggetti con età superiore a 60 anni (15.996; 21,2%), dai caregiver (1.544; 2%) e da altre categorie (6.127; 8,1%).

ASL BT

Le informazioni sulla Asl Bt saranno diffuse prossimamente.

ASL LECCE

Nella ASL Lecce nella giornata di ieri sono state somministrate 9633 dosi (di cui 8197 terze dosi), tra queste: 2029 nella Caserma Zappalà di Lecce, 137 al Museo Castromediano di Lecce, 299 nel Centro polivalente di Galatina, 411 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 4750 nel Pta (Ex Ospedale) di Gagliano del Capo, 338 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 380 nello Stabile Zona Industriale di Nardò, 269 nell’Hub di Poggiardo (Via Santa Caterina da Siena 2), 412 nel Pta (Ex Ospedale) di Maglie, 500 nella RSSA comunale di Martano, 231 nel Dea Vito Fazzi, 408 nel Pta (Ex Ospedale) di Campi, 76 nel Capannone ex Acait, 215 ad Aradeo, 213 a Diso, 88 nell’Ospedale di San Cesario, 811 al personale della scuola, 1770 dai Medici di Medicina generale, in ambulatorio e a domicilio, 346 nelle Farmacie.

ASL TARANTO

In Asl Taranto, la campagna vaccinale ha registrato ieri in totale 6611 dosi somministrate, delle quali nello specifico 291 prime dosi, 854  seconde dosi e 5466 dosi booster. Le dosi di vaccino anti-Covid sono state somministrate così come segue:  984 dosi presso l’hub Arsenale di Taranto, 621 dosi a Ginosa, 483 dosi a Grottaglie, 646  dosi a Massafra e 975 dosi presso l’hub di Porte dello Jonio, quest’ultimo con accesso in modalità drive through riservato al personale scolastico convocato secondo calendari pianificati con l’Ufficio Scolastico Provinciale. I medici di medicina generale hanno somministrato 2447 dosi totali, sia a domicilio che nei propri ambulatori. Nei presidi ospedalieri e in altre strutture sono state registrate 270 dosi totali, 185 dosi nelle farmacie.



In questo articolo:


Change privacy settings