Furti d’auto e in case di anziani. La criminalità scatenata non risparmia i piccoli comuni dei Monti Dauni

I sindaci: “Chiediamo di potenziare il sistema di vigilanza, incrementando il numero di unità a servizio delle locali stazioni di carabinieri”

Escalation di furti d’auto e in appartamento. La criminalità in questi giorni non risparmia nemmeno i piccoli comuni dei Monti Dauni dove si stanno registrando numerosi episodi. La zona maggiormente presa di mira è quella dei “Tre Casali”, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia e Castelnuovo della Daunia. Località al confine con il Molise ma vicine anche a San Severo. I sindaci di questi tre comuni, Codianni, Andreano e De Luca, insieme al primo cittadino di Pietramontecorvino, Giallella, hanno scritto al prefetto di Foggia, Esposito, interpretando il sentimento diffuso tra i cittadini, preoccupati riguardo al tema della sicurezza.

“I ripetuti attacchi, anche dinamitardi – scrivono i sindaci – hanno messo a repentaglio la sicurezza personale dei dipendenti coinvolti nonché la pubblica incolumità dei cittadini. Non meno frequenti sono i furti nelle scuole che hanno privato i plessi di computer, lavagne multimediali e strumentazioni elettroniche. Furti anche nei cimiteri comunali, tabaccai, abitazioni private, furti d’auto e di mezzi agricoli. Non ce la facciamo più. Questa situazione sta degenerando la percezione di un livello di sicurezza non adeguato ai nostri borghi montani che scontano già numerose diseconomie sociali dovute al numero ridotto di servizi. Chiediamo di potenziare il sistema di vigilanza, incrementando il numero di unità a servizio delle locali stazioni di carabinieri, e poi un sistema di videosorveglianza”.



In questo articolo:


Change privacy settings