La “Pedegarganica” dall’Alto Tavoliere a Manfredonia. Unirà il grande distretto agricolo con la zona portuale

Presentato il progetto di completamento della Strada Provinciale n. 28 finanziato con il CIS Capitanata. Intervento di fondamentale importanza dal punto di vista strategico

A Palazzo Dogana, il gruppo di progettazione e i tecnici della Provincia hanno presentato il progetto di completamento della Strada Provinciale n. 28 “Pedegarganica”, finanziato con il CIS Capitanata. La S.P. 28 attraversa i territori dei Comuni di Apricena, San Severo, Rignano Garganico, San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo, per collegarsi con altra viabilità al porto di Manfredonia. Questo progetto costituisce un intervento di fondamentale importanza dal punto di vista strategico sia per quanto attiene i collegamenti con le viabilità limitrofe, sia in prospettiva dello sviluppo di una direttrice dal Tavoliere al Gargano.

Nel suo intervento il presidente della Provincia, Nicola Gatta ha commentato: “Come già ho avuto modo di dire, gli interventi previsti sulla SP 28 tendono a migliorare lo sviluppo commerciale agevolando e incrementando il trasporto merci dai centri del distretto marmifero di Apricena e Poggio Imperiale dell’Alto Tavoliere, raccordando il grande distretto agricolo, verso la zona portuale di Manfredonia e da quest’ultima verso l’area del basso tavoliere e del nord barese. Inoltre, l’ammodernamento di tale collegamento renderà più consistente lo sviluppo turistico e più sicura l’intera viabilità”.



In questo articolo:


Change privacy settings