Al Foggia basta Ferrante, tre punti preziosi contro la Virtus Francavilla. Allo Zaccheria è 1-0

Avversario ostico per i satanelli, trascinati dal solito bomber argentino. La cronaca del match

Il Foggia vuole rialzarsi dopo lo scivolone di Catanzaro e regalare una gioia ai sostenitori rossoneri nell’ultima gara casalinga del girone d’andata. Allo Zaccheria la squadra di Zeman ospita la Virtus Francavilla. Poche ore prima della gara, il boemo ritrova uno dei suoi calciatori di maggiore talento: Michele Rocca, influenzato nei giorni scorsi, è risultato negativo al tampone e non ha più la febbre, ma parte dalla panchina. Questo l’assetto iniziale dei rossoneri (4-3-3): Volpe; Nicoletti, Di Pasquale, Sciacca, Garattoni; Gallo, Petermann, Garofalo; Curcio, Ferrante, Tuzzo. Taurino, allenatore della Virtus Francavilla, organizza i suoi uomini in un 3-5-2: Nobile; Idda, Miceli, Caporale; Tchetchoua, Toscano, Carella, Prezioso, Ingrosso; Maiorino, Perez.

La cronaca

La prima occasione è sui piedi di Ferrante, che al 3′ impegna Nobile con un tiro dalla trequarti. Al 10′ Garofalo affonda il tackle e stende un avversario: il fallo gli costa l’ammonizione. Stessa sorte per Sciacca al 12′, anche lui autore di una scivolata in ritardo. La gara è abbastanza nervosa nelle battute iniziali e al 15′ anche Gallo viene ammonito. Al 16′ Volpe si distende col giusto tempismo e neutralizza una punizione di Maiorino. Al 30′ Perez salta secco Di Pasquale, ma Volpe si oppone; sulla ribattuta, Nicoletti salva sulla linea di porta. Al 33′ Curcio addomestica bene un pallone invitante, ma calcia alto. Al 38′ il Foggia ha una potenziale occasione per portarsi in vantaggio: Petermann ruba palla a centrocampo e avvia il contropiede rossonero, Nicoletti crossa alla perfezione per Ferrante che a botta sicura trova un’ottima risposta, in due tempi, di Nobile che mantiene il punteggio sullo 0-0. Il bomber argentino non si arrende e al 41′ porta i rossoneri sull’1-0 con un tap-in da pochi metri sugli sviluppi di un calcio d’angolo. All’intervallo il Foggia è in vantaggio di una rete a zero.

Al 60′ Curcio guida una ripartenza rossonera, ma serve con un attimo di ritardo Tuzzo che viene anticipato dall’uscita di Nobile. Al 67′ buona trama della Virtus Francavilla che porta Idda al tiro, deviato in calcio d’angolo. Al 73′ gli ospiti vanno vicinissimi al pareggio con una conclusione a giro di Tulissi di poco imprecisa. All’85’ Nicoletti lascia il posto a Martino. All’88’ Di Pasquale si esibisce nell’ennesima chiusura difensiva, ma cadendo si fa male al ginocchio ed è costretto ad abbandonare il campo molto dolorante. Al suo posto entra Girasole. Il secondo tempo non offre grandi emozioni e non conta azioni davvero pericolose. Il Foggia mantiene il vantaggio fino al fischio finale, guadagnando tre punti contro un avversario ostico grazie all’undicesima rete in campionato di Ferrante, ancora una volta decisivo.



In questo articolo:


Change privacy settings