Camera commercio Foggia, approvato il bilancio preventivo: 1,5 milioni per le imprese

Nicola Biscotti nuovo componente Giunta CCIAA; in Consiglio entrano Alfonso De Pellegrino e Antonio Nunziante

È Nicola Biscotti il nuovo componente della Giunta della Camera di Commercio di Foggia. Il past president di Confindustria Foggia è stato eletto questa mattina dal Consiglio all’unanimità in sostituzione di Gianni Rotice dimessosi per incompatibilità rispetto alla carica di sindaco di Manfredonia . Al posto del neo sindaco di Manfredonia entra invece in Consiglio Alfonso De Pellegrino. Antonio Nunziante, neo presidente di CNA, è subentrato invece a Michele Pupillo in rappresentanza degli artigiani.

Approvato nella  riunione odierna il bilancio preventivo 2022; sulla base di quanto deliberato dal Consiglio, la Camera di Commercio di Foggia destinerà al territorio risorse per circa un milione e mezzo di euro, principalmente per l’erogazione di voucher alle imprese per la digitalizzazione, per l’internazionalizzazione, per la formazione, per favorire l’accesso al credito e per lo sviluppo del turismo. Le linee strategiche di intervento approvate oggi scaturiscono dalla campagna di ascolto realizzata dall’Ente nei mesi scorsi e sono in linea con il Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza (PNRR) e con la programmazione strategica di Unioncamere. 

Nel presentare il documento il presidente Damiano Gelsomino ha evidenziato che: “le politiche di efficientamento e razionalizzazione dei costi, da tutti noi condivise e messe in campo in questi ultimi anni, hanno messo in sicurezza l’Ente che diversamente non avrebbe raggiunto l’equilibrio economico indispensabile per evitare accorpamenti con altre Camere di commercio. La riunione odierna – ha rimarcato Gelsomino – ha mostrato anche la volontà dei rappresentanti del mondo produttivo di Capitanata di procedere congiuntamente nella amministrazione dell’Ente perché consapevoli del fondamentale ruolo di sintesi istituzionale che la Camera di Commercio di Foggia può assolvere in questa difficilissima fase di transizione. Un compito di proposizione e stimolo a vantaggio di tutte le imprese di Capitanata da svolgere in sinergia con tutti gli altri attori del territorio”. 





Change privacy settings