Udc di Capitanata, i vertici: “Abbiamo tirato il partito fuori dalle ceneri. Pronti alle prossime sfide”

Il segretario D’Innocenzio: “A Manfredonia ci aspettavamo un maggiore coinvolgimento, invece fino ad oggi nulla. A Foggia forum per presentarci alla gente”

Conferenza stampa di fine anno per l’UdC di Capitanata con il segretario provinciale Francesco D’Innocenzio che tira le somme di un 2021 caratterizzato dalla ripresa di un partito che negli ultimi anni aveva fatto registrare più bassi che alti. “Abbiamo ereditato un partito in difficoltà, lo abbiamo tirato fuori dalle ceneri e oggi finalmente stiamo risalendo la china. Ringrazio il segretario nazionale Lorenzo Cesa che ha creduto in me e nel mio gruppo. Un anno difficile, iniziato con la bella affermazione di San Nicandro Garganico dove anche se ci troviamo all’opposizione siamo il primo partito, e finito con la vittoria di Manfredonia dove purtroppo non siamo riusciti ad esprimere nessun consigliere. Ma il contributo è stato importante per permettere a Gianni Rotice di vincere. Ecco, proprio dal neo sindaco di Manfredonia ci aspettavamo un maggiore coinvolgimento, invece fino ad oggi nulla. Nemmeno ci ha chiamati, mentre agli partiti della coalizione li sta coinvolgendo. Chiediamo semplicemente che il nostro contributo venga valorizzato. Sinceramente sono rimasto deluso ma fiducioso anche perchè Rotice ha iniziato il suo mandato lavorando bene nonostante gli attacchi della sinistra”.

Il segretario dell’UdC ha poi parlato dei prossimi appuntamenti elettorali, ad iniziare dal rinnovo del consiglio provinciale di Foggia. “Saremo al fianco del presidente Nicola Gatta e siamo convinti di eleggere il nostro candidato Zuccaro“. Poi riflettori puntati sulle amministrative di primavera. “Abbiamo già pronte le liste e i candidati nei comuni di Vico e Rodi Garganico”. Foggia? “Sulla città capoluogo sta lavorando la nostra coordinatrice cittadina Simona Roselli. Covid permettendo inizieremo quanto prima ad organizzare dei forum per presentarci alla gente”.



In questo articolo:


Change privacy settings