Tamponi no stop a Orsara. “Molti ragazzi positivi, ma almeno non vediamo bombole di ossigeno come un anno fa”

Continua lo screening di massa per tutti i cittadini che possono sottoporsi a test antigenico presso la farmacia del paese. Il sindaco. “Il numero dei contagi accertati è salito ad oltre 50”

Anche oggi ad Orsara di Puglia tamponi no stop. Continua lo screening di massa per tutti i cittadini che possono sottoporsi a test antigenico presso la farmacia del paese.
Ogni singolo esame costa solo 5 euro perché la parte restante sarà a carico del Comune che cerca di fronteggiare così l’aumento dei contagi covid. Questa mattina siamo stati nel piccolo centro dei Monti Dauni dove oltre ad ascoltare i cittadini in attesa dei test, abbiamo intervistato la farmacista del paese, Annalaura Pensato e il sindaco di Orsara Tommaso Lecce. “Il numero dei contagi accertati, a Orsara di Puglia, è salito ad oltre 50. Questo significa che, con le conferme che arriveranno dopo i tamponi molecolari della ASL, il numero degli orsaresi positivi al Covid è destinato a salire”, ha spiegato il sindaco.

“Con tutta probabilità, dunque, già nelle prossime 24-48 ore i contagi aumenteranno ulteriormente. Grazie allo screening di massa che abbiamo avviato, avremo modo di aumentare il tracciamento e impedire che chi è risultato positivo possa contagiare altre persone. L’incremento dei casi ci preoccupa”, ha aggiunto il sindaco, “per questo motivo rivolgo un appello a tutta la cittadinanza: chi non l’ha ancora fatto si vaccini. È importante che il maggior numero di persone possibili completi il ciclo delle tre dosi. Continuiamo a utilizzare correttamente le mascherine. Il Comune di Orsara di Puglia continua a monitorare la situazione, anche per intervenire nei casi di difficoltà che dovessero riguardare le persone costrette ad affrontare la quarantena senza alcuna assistenza”. “Sono prevalentemente i ragazzi che risultano positivi ai test – aggiunge la farmacista Annalaura Pensato. Il dato che ci conforta è che a distanza di un anno non stiamo più vendendo bombole di ossigeno, a dimostrazione che chi si contagia ed è vaccinato non ha bisogno di cure particolari”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui



In questo articolo:


Change privacy settings