“Superare il tabù della legge Delrio”, Insieme per la Capitanata candida 12 emilianisti per le Provinciali foggiane

I promotori sul territorio della lista sono i consiglieri regionali Sergio Clemente e Antonio Tutolo. Con loro Rosario Cusmai e i pentastellati

Dodici candidati per la lista emilianista Insieme per la Capitanata, che assomma i vari movimenti della coalizione che governa la Regione Puglia, ossia i Popolari, CON, Italia in Comune, Senso Civico e il M5S.

I promotori sul territorio sono infatti i consiglieri regionali Sergio Clemente e Antonio Tutolo, Rosario Cusmai e i pentastellati. Anche qui come nel Pd ci sono due sindaci: Palma Giannini, sindaco di Celle San Vito e Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano. Con loro a Lucera sono candidati Tonio De Maio in quota Clemente e sindaco Pitta e Vincenzo Checchia, cognato di Tutolo; Michele Del Sordo, consigliere comunale di San Severo; la biologa marina Lucrezia Cilenti, consigliere comunale di Ischitella; Raffaella Savastano, consigliera comunale di Vico del Gargano; Luigi Giurato, consigliere comunale di Cerignola; Silvia Spada, consigliera comunale di Panni; Mercurio Occhionero, presidente del Consiglio comunale di San Paolo Civitate; Salvatore Prencipe, consigliere comunale di Torremaggiore e Nunzia Palladino, consigliera comunale di San Giovanni Rotondo del Movimento 5 Stelle che condivide i punti programmatici della nostra lista.

I civici puntano ad eleggere almeno 2 consiglieri. Con loro ci sarà anche il voto di Maria Teresa Valente, la consigliera manfredoniana che non ha potuto candidarsi per problemi personali.

I sottoscrittori sottolineano, come scrivono, “l’entusiasmo di un progetto politico lanciato appena un mese fa dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e che ha già raccolto adesioni da parte di tantissimi amministratori pugliesi che hanno deciso di unire le forze, mettere insieme le proprie esperienze in un contenitore politico capace di essere rappresentativo delle istanze dei territori”.

E aggiungono: “Il rinnovo del Consiglio provinciale è un appuntamento importante in una fase storica in cui, finalmente, si è iniziato a discutere del nuovo ruolo delle Province all’interno dell’impianto istituzionale del nostro Paese. Superare il tabù della legge “Delrio” e restituire dignità a Enti che rappresentano, assieme ai Comuni, il “front office” delle istanze dei cittadini. La Capitanata deve essere protagonista di questo nuovo percorso. E Insieme per la Capitanata vuole mettere a disposizione le competenze dei suoi amministratori che sapranno certamente svolgere al meglio il loro ruolo nel prossimo Consiglio provinciale”.



In questo articolo:


Change privacy settings