Femminicidio Cerignola. La vita spezzata di Luminita, uccisa dal vicino di casa. Si prega per Giuseppina

La dinamica è in corso di accertamento, come anche il movente. Nessun biglietto o altro lasciato dal responsabile. E non risultano pregresse situazioni di contrasto

Ha sparato alla vicina di casa, amica della moglie, poi alla stessa coniuge, infine si è ucciso. Il femminicidio consumato da Francesco Ciuffreda, agricoltore 69enne che si è poi suicidato. Morta sul colpo Luminita Brocan, rumena di 55 anni che abitava a pochi passi dalla coppia mentre la moglie dell’assassino, Giuseppina Pantone, 65 anni è in ospedale in gravi condizioni. La tragedia in una casa di campagna in località “Posta Aucello”, lontano dal centro abitato di Cerignola. La dinamica è in corso di accertamento, come anche il movente. Nessun biglietto o altro lasciato dal responsabile. E non risultano pregresse situazioni di contrasto – fanno sapere i carabinieri -, né all’interno della coppia né di vicinato. Nessuna querela, nessun intervento, nessuna lamentela.

Intanto si prega per la signora Giuseppina, ricoverata al Tatarella. Sul posto la scientifica per i rilievi sul luogo del delitto e i carabinieri incaricati delle indagini. Ad allertare le forze dell’ordine il figlio della coppia, residente in zona, che ha accompagnato la madre d’urgenza in ospedale.





Change privacy settings