Un idrovolante per collegare il Gargano con la Croazia. “E Manfredonia punto di riferimento per turismo d’elite”

Progetti ambiziosi a Marina del Gargano. Patroni Griffi: “Pensiamo ad altre modalità di trasporto con alcuni mezzi ibridi”. D’Errico: “Una tratta verso Dubrovnik e metrò del mare lungo il promontorio”

Manfredonia deve tornare ad essere il capolinea dei collegamenti marittimi da e per le Isole Tremiti, ma con mezzi veloci e sicuri. E quanto emerso durante l’intitolazione del due moli del porto turistico “Marina del Gargano”. Alle nostre domande sulla possibilità di ripristinare i collegamenti via mare ha risposto il presidente dell’Autorità Portuale di Sistema dell’Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi. “È inutile negarlo, oggi i privati trovano più conveniente collegare le Tremiti con il porto di Termoli che in termini di miglia nautiche è molto più vicino. Dobbiamo pensare ad altre modalità di trasporto con alcuni mezzi ibridi tra la nave e l’aereo come gli idrovolanti. E Manfredonia potrebbe diventare una delle idrosuperfici più importanti dell’Adriatico non solo per collegare le Isole Tremiti, ma anche la Croazia”. Anche gli amministratori del Marina del Gargano, Ciro Gelsomino e Gino D’Errico, sono pronti a scommettere. “È uno dei tanti obiettivi che ci siamo posti. Manfredonia deve diventare il punto di partenza e di arrivo di quel turismo d’elite al quale stiamo puntando. Un collegamento Manfredonia-Dubrovnik con l’idrovolante, ma anche il metrò del mare per collegare la nostra città alle diverse località rivierasche del Gargano”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo:


Change privacy settings