Bari-Foggia, sale la febbre per il derby di Puglia: viaggio tra le vie del capoluogo. “Sarà emozionante come sempre”

Un’attesa all’insegna del FairPlay ricordando Zemanlandia e le grandi sfide del passato. Galletti favoriti ma un tifoso rossonero “fuorisede” spera nello sgambetto ai padroni di casa

Mercoledì alle 20:30 il Bari ospiterà il Foggia al San Nicola, in una gara scoppiettante tra la corazzata biancorossa e i satanelli di Zeman. Il derby pugliese non è mai una partita come tutte le altre, specialmente se, come in questa stagione, le ambizioni delle due squadre sono d’alta quota: il Bari si è candidato a prima forza del torneo in queste nove giornate disputate, collezionando sette vittorie e due pareggi, mentre il Foggia è distante otto lunghezze dai biancorossi, ma vuole conquistare la vittoria al San Nicola per ristabilire l’equilibrio in classifica.
Abbiamo chiesto pareri, pronostici e ricordi ai tifosi del capoluogo pugliese. “È sempre emozionante seguire il derby” confessa un sostenitore barese, il quale aggiunge: “Spero vinca il Bari, ma sarà la partita a decretare la squadra più forte”.
La bilancia dei pronostici pende verso i padroni di casa, i tifosi sono sicuri: vincerà il Bari. 2-1, 2-0, 3-1 sono i risultati ipotizzati. Cheddira e Antenucci tra i marcatori più gettonati: “Spero in una bella tripletta di Antenucci” dichiara un giovane ai microfoni de l’Immediato. Quasi inesistenti le ipotesi di vittoria del Foggia. L’unico segno 2 è supposto da un giovane studente di Ascoli Satriano: “Il mio calciatore preferito è Curcio, se vinceremo scenderò e canterò ‘chi non zomb è nu barese’ -chi non salta è un barese, ndr-“. Il ragazzo fuorisede ritorna anche sul caso Kragl: “Lo avrei voluto in squadra, ma le decisioni societarie non lo hanno permesso. In ogni caso ‘U fogg è nu squadron'” – il Foggia è uno squadrone, ndr.

La “febbre da derby” ha coinvolto tutto il popolo barese, che si è recato in massa ai botteghini. Tutto ciò rimanda ai trascorsi degli anni ’90: “Stasera riflettevo sui corsi e ricorsi storici” afferma un passante. “Ricordo bene il marzo del 1992, quando il Foggia vinse a Bari 1-3. Erano gli anni di Zemanlandia e ci fu una corsa ai botteghini. In questi giorni, a distanza di trent’anni, mi sembra di rivivere quei momenti. Bari è in totale fermento per la partita”.
Al San Nicola, però, non saranno presenti i sostenitori foggiani. La trasferta vietata non riscuote molti consensi nemmeno a Bari, dove qualcuno invita all’unione e al divertimento sotto un’unica bandiera, con il motto: “Forza Puglia”.
Infine, secondo alcuni cittadini, Bari vince anche il derby ai fornelli: “Le orecchiette le fanno meglio qui” dichiara un anziano. La gara sarà giocata in serata e, durante la partita, i tifosi a casa promettono di alleviare la tensione con riso, patate e cozze o la più classica pasta e fagioli.



In questo articolo:


Change privacy settings